Cosa vedere in un giorno a Barcellona

Barcellona, chiunque ci sia stato ha portato nel cuore uno splendido ricordo, poiché  è una città cosmopolita ricca di colori, sapori, arte e storia. 

Certo ci vorrebbe almeno una settimana per poterla vedere tutta e viverla appieno, ma ahimè per chi ci arriva in crociera dovrà accontentarsi di un piccolo assaggio, poiché le poche ore di sosta non vi permetteranno di poter visitare tutto ciò che questa meravigliosa città offre. Negli anni io ho avuto la fortuna di andarci diverse volte e quindi posso dire di conoscerla un po’.
Per questo motivo ho deciso di racchiudere in questo articolo un piccolo itinerario da poter fare durante il vostro scalo. Ho preso spunto dalla mia ultima visita alla città, fatta a luglio con Msc Fantasia.
Incominciamo….

Terminal Crociere

Il porto di Barcellona é uno dei più grandi del mondo. Il terminal crociere piu vicino alla famosissima Rambla si trova a circa 10 min di cammino.
Per chi non avesse voglia di camminare, è possibile scegliere fra due soluzioni:
1. La navetta messa a disposizione dalla vostra compagnia di crociere (costo indicativo 10€, nel caso di Msc noi abbiamo pagato 8.90€a/r  a persona)
2. Il servizio bus navetta T3 Portbus (il biglietto è acquistabile direttamente a bordo del bus al prezzo di 3€ solo andata 4€a/r)
Entrambe le soluzioni vi lasceranno davanti la famosa statua di Cristoforo Colombo.

Una volta attraversata la strada, vi ritroverete subito sulla via più famosa e folcloristica della cittá: la Rambla!

Vi consiglio di percorrerla a piedi  quando starete per ritornare sulla nave, in modo tale da potergli dedicare il giusto tempo necessario.

Prima tappa: la SAGRADA FAMILIA
Una volta giunti sulla Rambla, raggiungete la fermata della metro Drassaness e prendete la linea verde L3 in direzione Trinitat Nova, sino alla fermata Diagonal alla quale scenderete per prendere la linea blu L5 in direzione Val d’Hebron per 2 fermate (scendere alla fermata Sagrada Familia).
Non appena uscirete dalla metropolitana, ecco che ve la ritroverete davanti ai vostri occhi con tutta la sua imponenza e maestosità.


Io pur essendo stata a Barcellona svariate volte, non l’avevo mai visitata al suo interno, quest’estate avevo deciso che lo avrei fatto.

E non ci fu miglior scelta che potessi fare!  Se già esternamente, seppu ancora in costruzione, ti incanta, all’interno i suoi meravigliosi colori ti rapiscono!

Vi ricordo che dallo scorso anno l’ingresso è possibile solamente previa prenotazione da effettuarsi online.

All’atto della prenotazione, fattibile al sito web www.sagradafamilia.org (sito disponibile in catalano, spagnolo e inglese), selezionado la voce “Organise your visit”  potrete scegliere la tipologia del biglietto che preferite (entrata semplice, visita con audio guida o esperienza panoramica). A questo punto non vi resta che cliccare su “Buy tickets” e scegliere il numero di persone, il giorno e l’ora della vostra visita.
Per la visita semplice il costo é”
– 15 € per gli adulti
– 13€ per gli under 30
– 11€ per i senior
– gratis per i bambini sotto gli 11 anni

Gli orari di ingresso vengono rispettati in maniera impeccabile. Basterà presentarvi all’orario scelto al cancello indicato nella vostra prenotazione, e dopo un breve controllo alla sicurezza entrerete.
All’interno potrete stare tutto il tempo necessario. Io sono rimasta circa 20/30 min.

Al termine della vostra visita vi consiglio di riprendere nuovamente la linea blu L5 in direzione Cornellá Center e scendere alla Diagonal.

Seconda tappa: Passeig de Garcia – Plaça de Catalunya

Usciti dalla metropolitana vi troverete subito su Passeig de Garcia da dove potrete comodamente raggiungere la bellissima Casa Milá. Io non ho mai avuto il piacere di visitarla internamente,  ma già solo dall’esterno merita un gran bel servizio fotografico.
Vi consiglio di non riprendere la metro, ma proseguire a piedi fino ad arrivare a Plaça de Catalunya.

Quest’ultima è considerata il punto centrale di Barcellona. É una grande piazza tondeggiante in cui potrete trovare fontane, sculture e spazi verdi, una vera oasi nel cuore della città. Attorno alla piazza ci sono alcune insegne note come ad esempio l’Hard Rock Café o il grande magazzino El Corte Inglés.

A questo punto, visto che sarete un po’ stanchi e dovrete recuperare le giuste forze per percorrere la Rambla, vi consiglio di fermarvi a gustare alcuni dei piatti tipici della tradizione spagnola, che delizieranno il vostro palato.

Quest’anno siamo riusciti a trovare un posto in cui si mangia veloce (è organizzato comeun self service, ma lacucina è espressa) ed il costo é pienamente nella media (ca. 30€ per 1 paella + 1 fideuada + 1 butifarra con patatine fritte + 2 bottiglie d’acqua).
Si tratta della caffetteria/ristorante collocata all’ultimo piano del centro commerciale El Corte Inglés (www.restauracion.elcorteingles.es).
I piatti che vi suggerisco di assaggiare sono la classica paella, la fideauada (una sorta di paella di pesce ma in cui viene utilizzato un differente formato di pasta) e la butifarra una deliziosa salsiccia.

Dopo la pausa in cui avrete ripreso le forze ecco a voi la Terza Tappa: La Rambla

Una via lunga 1,4 km che collega Plaça de Catalunya con Porto Vell, vitale in ogni periodo dell’anno. Per tutta la sua lunghezza la strada, centralmente esclusivamente pedonale, è animata da bancarelle di souvenir, ristoranti e artisti di strada.

Curiosità: lungo la Rambla, vi sono collocate delle fontane. Secondo la credenza locale se ne  berrete l’ acqua, vi garantirete la possibilità di ritornare (vi garantisco che funziona!!! 😊).

E dopo aver comprato un sovenir di questa città e ora si far rientro alla nave. Ma sono certa che anche se vista sommariamente Barcellona vi piacerà moltissimo e rientrerà nelle vostre fuire mete da visitare magari con più calma!

Spero che questo post relativo a cosa vedere a Barcellona in un giorno vi sia stato utile!

Rispondi