Costa Smeralda vi racconto la mia esperienza…. l’imbarco e la cabina

Tutto ha avuto inizio il giorno 11 gennaio, il giorno che attendavamo d più di un anno finalmente era arrivato. Anche se per noi si trattava della decima crociera, l’emozione dell’imbarco è sempre una grande emozione. E questa volta era ancora più forte. Quanta curiosità avevo su questa nave…. Una nave del tutto nuova, varata da poco, di nuova concezione, avrebbe soddisfatto tutte le mie aspettative?

Ed ecco che per la prima volta questa nave ha soddisfatto in pieno le mie esigenze. La cosa spettacolare stato appurare che i rendering visti nei mesi scorsi e la realtà corrispondevano in pieno.

Una delle critiche che spesso ho sentito è stata che Costa Smeralda aveva abbassato il livello della qualità di Costa Crociere. Credo ed è un mio modestissimo parere, che su questa nave bisogna salirci pensando innanzitutto che sia stato un progetto innovativo, dimenticandosi il “vecchio stile Costa”. Solo così si può godere appieno della nave nella sua interezza perché non si può paragonare a nessuna nave della flotta.


Arrivati a Savona alle ore 11.00 abbiamo parcheggiato l’auto al nostro parcheggio di fiducia abbiamo preso la navetta messa a disposizione dello stesso che ci ha accompagnato direttamente in porto. Consegnati i bagagli, ci è stato consegnato il numero di imbarco nr. 1. Nell’attesa abbiamo fatto il check-in che è stato rapidissimo. Ore 12.00 inizia l’imbarco, anche se sui biglietti di crociera l’inizio era previsto alle ore 13. 00…. quanta emozione, aveva finalmente inizio la nostra vacanza, potevamo finalmente scoprire Costa Smeralda!


L’ingresso in nave avviene al ponte 6 direttamente al tanto discusso Colosseo. Uno spazio multifunzionale, splendidi gli schermi led che lo circondano. Uno spazio pensato per l’intrattenimento di ogni genere.

Come da consuetudine andiamo alla ricerca della nostra cabina, al nr. 5179 una cabina esterna con balcone (ricevuta con upgrade) al ponte Taormina. La nostra era una cabina quadrupla. Il design della cabina era a mio gusto estremamente elegante. Forse cabina leggermente più piccola del solito, ne risentono un po’ gli armadi, ma comunque siamo riusciti a riporre i vestiti di tutti senza alcun problema. Novità assoluta: il bagno: più grande, con il vetro nella doccia al posto della solita tendina. Un’altra novità importante in bagno è il portaoggetti a parete in cui possiamo riporre tutto il necessario. La cabina è dotata di tutto, comodissime le prese usb per la ricarica del cellulare. È vero manca il frigobar, ma in ottica di risparmio energetico trovo che non sia stata una scelta così sbagliata. Io stessa ad esempio non l’ho mai utilizzato se non per mettere cose personali al suo interno. In ogni caso se si avesse la necessità di portare a bordo dei farmaci basta rivolgersi alla reception e vi aiuteranno loro.

Sul letto abbiamo trovato le nostre cruise card, i giubbotti di salvataggio, il diario di bordo e la rivista con la presentazione di tutte le escursioni (novità). Senza pensarci, abbiamo lasciato la cabina e ci siamo diretti al buffet “Tutti a Tavola” per il pranzo. Il pomeriggio lo abbiamo dedicato a una prima esplorazione della nave e prima della partenza esercitazione d’emergenza. Vi consiglio vivamente di farla perché vi spiegherenno come funzionano i nuovi giubbotti. Alle 19 la nave salpa ed ha inizio la nostra avventura…

Nei prossimi articoli vi racconterò dei ristoranti, dei servizi per i più piccini e di tutto ciò che vi può essere utile per vivere al meglio questa nave!